Ciao Professore!

 

Addio al nostro Presidente Professor Franco Mandelli, una vita dedicata alle malattie del sangue e alla solidarietà.

Un uomo straordinario che ha insegnato a tutti noi cosa significa avere un obiettivo e lottare per perseguirlo. Il suo è sempre stato uno dei più difficili, ma oggi, se molti dei tumori del sangue che fino a poco tempo fa erano letali e ora possono essere curati e in certi casi guariti, è il frutto della tenacia di un piccolo, grande, immenso uomo.

L’AIL di Frosinone "Ireneo Ottaviani" si unisce al dolore della famiglia Mandelli.

 

Ciao Professore...

 

 

"Ho visto uomini,donne, ragazzi ritrovare la voglia e la forza di lottare contro la loro maledetta malattia con tenacia e anche un po' di testardaggine.
In fondo è quello che ho fatto io per tutta la vita."

(Prof. Franco Mandelli)


 

Un uovo di Pasqua per il "Piccolo Rifugio"

 

Donazione di un uovo di Pasqua al "Piccolo Rifugio"

In Aprile la sezione provinciale di Frosinone dell'AIL ha donato al "Piccolo Rifugio" di Ferentino un uovo di Pasqua di 10 Kg.

 

 

                         

 

                                 

                         


  

 

Ringraziamento all'associazione "Piccolo Rifugio"

 

"Desidero ringraziare il “ PICCOLO RIFUGIO “ sezione di Ferentino, per l’accoglienza che ci hanno dato in occasione dell’omaggio dell’uovo Pasquale devoluto ai tanti ragazzi, in nome della sezione provinciale di Frosinone “AIL” (Associazione italiana contro le Leucemie) intitolata a “Ireneo Ottaviani”.

Nata sotto la scomparsa prematura del caro Ireneo e al sopraggiungere della scomparsa della giovane Carla Archilletti, l’Associazione in questi anni ha raggiunto numerosi traguardi dando vita al reparto ematologico e ai tanti progetti consultabili sul sito http://www.ailfrosinoneireneo.it; merito dei tanti sostenitori e volontari che hanno creduto in questo meraviglioso progetto ridonando gioia e speranza alle numerose persone affette da questo male.

Tutto questo per sottolineare quanto è importante il sostegno dei volontari, invitando voi tutti a iscrivervi e partecipare alle numerose iniziative e campagne vendite. Nonostante i tanti sacrifici sono orgoglioso di adoperarmi in questo meraviglioso cammino perché le mie sofferenze sono state ripagate dal sorriso dei pazienti che ogni giorno sono testimoni in prima battuta della loro guarigione e credo profondamente nel grande dono che il Signore mi ha dato: "Sostenere il prossimo".

Infine ringrazio con affetto e stima la dolce Antonella Paniccia e il caro Alessandro Falconi con cui ho condiviso questa esperienza forte e riflessiva per i tanti giovani che mi hanno strappato una lacrima di gioia nel vederli felici ed essere ricambiato dai loro abbracci.

Grazie"


 

Inaugurazione Ambulatorio Pediatrico Ematologico nell'Ospedale "Fabrizio Spaziani"

 

Il servizio è ubicato nel Reparto di Neonatologia, al 6° piano; questo servizio va a colmare un vuoto significativo nei confronti di quei piccoli pazienti del territorio che debbono recarsi nei Centri ematologici romani anche solo per un semplice controllo o per la terapia di mantenimento. Sarà attivata, con i centri romani, una rete (con apparecchiatura informatica AIL) a cura dell’ematologa pediatra, dott.ssa Roberta Battistini, incaricata del servizio. 

 

 

L’AIL di Frosinone “Ireneo Ottaviani” ha voluto fortemente assumere questo impegno; l’avvio del servizio si deve, per il 1° anno, al 72° Stormo dell’Aeronautica Militare di Frosinone ed al suo Comandante, Col. Elio Volpari, che ha fatto conoscere a tutti i suoi dipendenti, sensibilizzandoli, l’importanza del Progetto AIL, ottenendo da ciascuno di questi un’autotassazione che comporti, nel totale, la copertura finanziaria per un anno.

Per il 2° anno, ha assunto l’impegno economico del servizio, l’Azienda Agusta Westland dimostrando tanto cuore per i progetti di alta valenza sociale. L’AIL rende nota a tutti questa notizia perché la giusta informazione può dare conforto a coloro che vivono il disagio di situazioni complesse ed aggravate da spostamenti difficili ed angoscianti”