Un microscopio nuovo per l'Ematologia

 

Inaugurazione al reparto di ematologia:

Una cerimonia semplice ma significativa; poche persone ma un grande risultato, che fa ipotizzare un futuro con qualche speranza in più. Il 15 gennaio 2007 la sezione provinciale di Frosinone dell'Ail ha donato al reparto di Ematologia dell'Umberto I di Frosinone, diretto dal dottor Roberto Marra, un microscopio computerizzato. Uno strumento diagnostico fondamentale per la cura delle malattie ematologiche ed utile oltretutto a scopo didattico, dal momento che potrà essere utilizzato contemporaneamente da tre operatori.

Uno strumento che rappresenta un nuovo ed importante risultato per quanti, con impegno e grande voglia di fare, si muovono dietro un'associazione che in poco più di dieci anni ha raggiunto risultati sorprendenti. Basti pensare all'assistenza trasfusionale a domicilio, al supporto psicologico per pazienti e familiari, alle borse di studio e, tra i fiori all'occhiello, un vero appartamento dotato di tutti i comfort e messo a disposizione dei pazienti non residenti in città e delle loro famiglie.

 

 

Taglio del nastro ufficiale per il nuovo microscopio computerizzato

ad inaugurarlo la presidente e la vicepresidente dell'Ail di Frosinone

 

 

Progetto GIMEMA:

 

A stretto contatto con il primario di Ematologia, oltre che con il centro trasfusionale del dottor  Riccardo Serafini, operano oggi cinque professionisti finanziati dall’Ail: un medico trasfusionista un infermiere professionale, un tecnico, un assistente sociale ed infine, ultimo in ordine di arrivo e fondamentale per l'avvio di un progetto che sta coinvolgendo l'ospedale frusinate un ematologo.

 

In occasione dell’inaugurazione del microscopio, è stato presentato il nuovo medico, la dottoressa Vincenza Martini, frusinate specializzatasi a Roma con il professor Franco Mandelli  presidente nazionale dell’Ail. Sarà la giovane professionista ad avviare il progetto GIMEMA sigla che sta per Gruppo Italiano Malattie Ematologiche e che vedrà l’attuazione dei protocolli che vengono applicati in tutti gli altri ospedali d’Italia.

 

 

I tre giovani professionisti che operano nel reparto di ematologia:

da sinistra Vincenza Martini e Luca Solinas ematologi, e Sarah Frongia assistente sociale per pazienti e familiari