Chi siamo

 

L’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfoma e Mielomi è nata a Roma l’8 Aprile 1969 per iniziativa di un gruppo di Ematologi e di personalità della cultura e dell’economia al fine di promuovere lo sviluppo e la diffusione della ricerca scientifica sulle leucemie e le altre malattie neoplastiche del sangue e per questo ha ricevuto, dal Presidente della Repubblica, la medaglia d'oro. Ha 82 sezioni provinciali distribuite in tutta Italia.

Sulla scia di questa iniziativa è nata nel 1995 la sezione AIL di Frosinone sulla spinta emotiva della morte prematura di Ireneo Ottaviani, al quale la sezione è dedicata.

Gli obiettivi di questa sezione, sono gli stessi dell’Associazione Nazionale, calati nella realtà locale.

Nello specifico l’impegno dell’associazione in questi anni si è rivolto verso due obbiettivi fondamentali:

  1. Divulgare sul territorio, con iniziative scientifiche e ludico-ricreative, la problematica delle malattie ematologiche.
  2. Reperire fondi, attraverso campagne a carattere locale e nazionale , eventi musicali , eventi Sportivi , cene sociali, organizzazione di eventi scientifici e ludico ricreativi e campagne di tesseramento da destinare al potenziamento della Unità Ospedaliera del reparto di Ematologia e alla ricerca che in essa si attua.

 

L' AlL provinciale, "Ireneo Ottaviani", ha donato, nel tempo, e sta donando, all'Azienda Sanitaria, i seguenti servizi:

 

  • Sostegno, a favore della ricerca, nell'ambito della citofluorimetria e della biologia molecolare, con personale specifico (un tecnico di laboratorio ed un biologo) assunti con borsa di studio. L'intento è di giungere a rendere possibile il trapianto del midollo osseo a Frosinone.

 

  • Attivazione del Servizio di assistenza sociale al malato di leucemia per affiancarlo nel triste ed arduo cammino di lotta al male che lo ha colpito. L'AIL ha messo a disposizione una figura professionale di Assistente Sociale che è operativa nel Servizio di Ematologia, nell'ospedale di Frosinone.

 

  • Attivazione del Servizio di Emotrasfusione a domicilio su tutto i territorio provincia. L'AlL, ha acquistato un'autovettura, ha assunto, a suo tempo, un medico trasfusionista ed un infermiere professionale, in servizio dall'anno 2004, ed ha stipulato una convenzione con l'Azienda USL, per assistere i malati di leucemia, che necessitano di trasfusione di sangue e di terapie, a domicilio, in sintonia e su prescrizione del Servizio di Ematologia. Oggi, il servizio, si avvale degli ematologi del reparto di Ematologia che, oltre la trasfusione, controllano e curano i pazienti.

 

  • Apertura di una Casa AlL che ospita, gratuitamente, a Frosinone, i malati indigenti, (ed i loro familiari), che giungono da fuori per sottoporsi alle specifiche chemioterapie.

 

  • Donazione di strumenti moderni per la ricerca come un microscopio computerizzato con terminale di fish a tre postazioni di osservazione, un transilluminatore a luce ultravioletta, un apparato di corsa elettroforetica per acidi nucleici, una cpap per le crisi respiratorie.

 

  • Formazione e approfondimento professionale con il sostegno economico per la partecipazione del personale sanitario e para-sanitario a corsi e master specifici e con la donazione, inoltre, di attrezzature d'informatica per tenere lezioni e convegni scientifici.

 

  • Adesione alla rete Gimema con un ematologo che curi la rete di collegamento con i più grandi Centri ematologici italiani.

 

  • Apertura del Servizio di ematologia pediatrica che assiste i piccoli malati ematologici per il controllo e le terapie di mantenimento, in rete con i Centri romani pediatrici. Il Servizio si trova nel Reparto ospedaliero di Neonatologia.

 

Per sostenere tutte queste attività l’Associazione si avvale di fondi che provengono oltre che dalla generosa donazione di amici e sostenitori anche dalle manifestazioni nazionali delle “Stelle di Natale” e delle “Uova di Pasqua” che grazie al generoso impegno di  molti volontari permettono la raccolta dei fondi necessari.